Dalla redazione
domenica 20 maggio

Michele Ridini per AIS Rovigo

Un valore, una passione, il cambiamento. Il programma del candidato

Michele Ridini

Cari Soci A.I.S.


sono Michele Ridini della delegazione di Rovigo.
In occasione del rinnovo delle cariche associative, ho deciso di mettermi in gioco e candidarmi come Delegato provinciale.
Una decisione che parte dalla mia passione per il vino e dalla voglia di portare la delegazione di Rovigo a crescere come associazione.
Ciò sarà possibile con la partecipazione di voi tutti.
Ho a cuore questa Delegazione e l’Ais; è per me una sorta di seconda famiglia e vorrei che lo diventasse anche per voi, dove ognuno possa sentirsi parte attiva di un gruppo.
Un pool di persone dinamiche e propositive che esprimano consigli - ed eventuali critiche - cercando di migliorare e rendere l’insieme di persone legate dalla passione comune: l’Amore per il Vino.
Mi candido perché dopo dieci anni di associazione, di cui sei passati attivamente all’interno dell’associazione, per step, conquistando la fiducia dei colleghi e dopo ulteriori quattro anni passati da osservatore, ritengo che ci sia qualcosa che si possa migliorare e qualcosa da cambiare.
Sono sicuro di poter offrire alla Delegazione di Rovigo nuovi stimoli, nuove idee e nuovi contenuti.
Desidero dare il mio contributo allo sviluppo e alla valorizzazione della delegazione, offrendo opportunità di crescita, di vita associativa e di collaborazione.
Richiamo un concetto del nostro Presidente regionale: “un programma, un’idea, uno slogan” per riassumere i miei obiettivi: EVENTI per SODDISFARE e VALORIZZAZIONE per il FUTURO.
Tre sono gli obbiettivi sui quali voglio puntare:
- Eventi, questo è il principale obiettivo che mi pongo.
L’dea, è di riportare in auge un’organizzazione degli eventi ATTIVA - VIVA, l’obiettivo è di fare in modo che si organizzino degli eventi con persone capaci di comunicare e di trasmettere la cultura e la passione del Vino.
Far ritornare nella delegazione Produttori, Enologi, Giornalisti e colleghi Sommelier, che si siano distinti per le loro capacità e conoscenze.
Occasioni che possano essere motivo di altissimo interesse per soci e simpatizzanti.
L’obiettivo è anche quello di organizzare eventi valorizzando ciò che abbiamo di più caro, non siamo una terra di vino, ma siamo una terra fra due fiumi con un magnifico territorio e tantissimi prodotti locali. Tutti da abbinare a dei magnifici vini.

- Soddisfazione, questo obiettivo è complementare al primo.
Fare in modo che voi associati siate soddisfatti di quanto viene organizzato in Delegazione e che possiate dire: “…Partecipo perché negli eventi di Rovigo c’è modo di apprendere e “fare gruppo”, discutendo della passione che ci unisce”.

- Valorizzazione dei soci con questo obiettivo vorrei fare in modo che i soci che investono tempo e denaro per crescere professionalmente, oltre alla loro soddisfazione personale, trovino anche una valorizzazione all’interno della delegazione.
Solo in questo modo sarà, a mio avviso, possibile investire sulle risorse umane, farle crescere, assicurando un futuro all’Associazione e alla Delegazione.

Mi auguro di iniziare, insieme, un nuovo ed importante cammino proprio grazie all’aiuto e all’entusiasmo di tutti voi.

 

Michele Ridini

sfoglia la gallery dell'evento

articoli correlati