News
Dalla redazione
mercoledì 8 aprile 2020

Calice&Penna

La mia avventura in AIS

Matteo Michieli

Calice & Penna è la nuova rubrica di AIS Veneto dove pubblichiamo i contributi dei nostri soci. Se ti piace scrivere e vuoi cimentarti con un racconto su un vino che ti ha colpito, su un viaggio o su una tua personale wine experience, contattaci su [email protected] e riceverai indicazioni sul format richiesto. La redazione provvederà alla selezione per la pubblicazione. 

“Tieni Matteo, bevi sto bicchiere di vino” 

“Grazie Samuele, buono!”    

“Ma come buono? Cosa senti?” 

Non so rispondere.

Nasce così, in uno studio odontoiatrico, la mia passione per la conoscenza del vino.

Quasi per gioco, assieme ad un mio amico, mi iscrivo al primo livello del Corso di qualificazione per Sommelier AIS Padova nel Settembre 2018. L’emozione c’è, inutile negarlo: vedere gente in giacca, cravatta e spilla argentata o dorata, oppure con strane divise con quei “medaglioni” al centro del petto fa una certa impressione; sedersi su quei banchi riporta a scuola, ma piano piano la tensione si scioglie e si comincia ad ascoltare, ad imparare. Si susseguono relatori su relatori, esperti e maestri, ma alla fine il mercoledì sera diventa una piacevole sfida far roteare quegli oggetti che impunemente chiamavo “bicchieri di vino”. E grazie alle bacchettate (poche) e agli incoraggiamenti (molti) di quelli che erano Delegati, Direttori di Corso, Responsabili della Didattica, ma che si facevano chiamare Alberto, Ornella, Rossano, grazie a quelli che facevano parte del Gruppo Servizi, ma per me erano semplicemente Catia, Gianluca, Vincenzo sono riuscito dopo tre sudati livelli a diventare Sommelier.

E poco importa se sono entrato con un solo amico, perché in quell’aula ne ho conosciuti molti altri: Marco e Cristiano, Walter e Matteo, Lilly e Johnny, Monica e Pietro e tanti altri che, ognuno a proprio modo, ha contribuito a costruire il Matteo (poco) esperto di vino di oggi.

Sembra ieri quando con due amici abbiamo fatto una macchinata per visitare il Montello, appena sopra Treviso, alla scoperta dei vitigni rari di questa zona. Paesaggio mozzafiato, viti che scalano le colline. Un bel giro in una delle cantine locali si conclude con la classica degustazione e col saluto della padrona di casa, montiamo in macchina, ma ne manca uno...

“Ma dove è finito Cristiano? Ah eccolo qua...”

“Dai che fra poco c’è il derby Milan-Inter per tv, dobbiamo essere a casa!”

A metà tragitto, mi giro e lo vedo con le mani all’interno di un sacchetto.

“Oddio cos’ha là dentro?”

Ed ecco che estrae un grappolo di Recantina...

“Scusate ragazzi, neanche nel mio lavoro di informatore farmaceutico avrei avuto il desiderio di sottrarre un elisir così prezioso...” 

Questa è la vera forza dell’Associazione: entri odontoiatra, web designer, voce della Radio, commesso, commercialista ed esci Sommelier Professionista. Entri in borghese, esci in divisa. Entri con un bicchiere in mano ed esci con un calice.

Certo, non è tutto semplice. Quando lavori tutta la settimana e attendi voracemente il week end per rilassarti, per andare in giro per tutta la nostra Penisola a divertirti e ti trovi rinchiuso in casa a studiare la diffusione del Nebbiolo nella miriade di comuni piemontesi non è proprio una prospettiva incoraggiante. Quando invece di uscire con gli amici per andare a bere il tipico Spritz – da buon Veneto- ti ritrovi a pensare cosa ti chiederà il Commissario d’Esame, vice Presidente dell’Ais Nazionale, non è così semplice da sopportare.

Ma sono le cose che ottieni con difficoltà che ti danno le maggiori soddisfazioni.

L’8 gennaio 2020 ho raggiunto l’agognato titolo, ma ho solo cominciato ad affacciarmi ad un mondo impegnativo quanto gratificante, come quello del vino. Penso, e di questo ne sono profondamente convinto, che dopo questo periodo difficile per il nostro Paese e per il Mondo intero riuscirò a godere appieno delle possibilità che Ais e il panorama enologico mi metteranno a disposizione.

“Tieni Matteo, bevi questo bicchiere di vino” “Grazie Samuele, buono!”  “Ma come buono? Cosa senti?”

“Hai una mezz’ora di tempo, Samuele?".

sfoglia la gallery dell'evento





articoli correlati
Campionatura vini Edizione 2021 di Vinetia e Vitae
giovedì 14 maggio
Riservato alle aziende vitivinicole
Il Salone dei Sapori
lunedì 11 maggio
Ripartenza e rigenerazione
La Giornata della Cultura 2020
lunedì 11 maggio
Uno streaming Facebook per la Giornata Nazionale della Cultura del Vino e dell'Olio
Calice&Penna
sabato 9 maggio
Cronistoria di una passione