Wine Experience
Dalla redazione
martedì 14 febbraio 2023

Amarone Opera Prima 2023

Una selezione tra le 67 etichette presentate

Redazione


Amarone della Valpolicella Docg Valpantena 2018 - Bertani
Lucente rubino. Il naso si veste di un sensuale abito in pizzo scuro intessuto di note speziate: rabarbaro, china, liquirizia. A seguire sfumature di rosa e iris essiccati con chiusura tostata. Sorso snello, già di piena piacevolezza. Equilibrato nella sorprendente
scorrevolezza di tensione contrapposta ad un tannino in evoluzione e una percettibile sapidità. Lunghi ritorni fruttati e floreali.   


Amarone della Valpolicella Docg Classico S. Giorgio 2018 - Boscaini Carlo
Rubino sfumato ed opalescente. Dimensione olfattiva di rilievo con le dolcezze in primo piano: note di marshmallow, susine e ciliegia si alternano ad un tratto più vegetale con protagonisti il fieno, il tè nero ed il tabacco. Al palato la sapidità esalta il gusto pieno di frutta che, insieme alla vitale freschezza, apre a un sorso scorrevole appena frenato da un tannino ancora in evoluzione.


Amarone della Valpolicella Docg Cajo - Cà Botta
Luminoso rubino in virata verso il granato. Ventaglio olfattivo evoluto e di assoluta eleganza. L’incipit di note iodate ed eucaliptiche lascia spazio a un bouquet centrale di iris e rosa essiccate e si condensa poi in una composta di frutti rossi di bosco. Palato secco, corale e di ricercato equilibrio. La potenza alcolica e del giovane tannino sono tenute a freno da calibrata freschezza e percettibile sapidità. Lunga scia di frutta e fiori.


Amarone della Valpolicella Docg Valpantena Brolo del Figaretto 2018 - Corte Figaretto
Rubino di bella trasparenza, con balsamiche sensazioni di corteccia e un tocco chinato che affiancano le spezie scure, il chiodo di garofano, il pepe nero; si completa con accenni floreali di viola appassita. Il frutto, il ribes nero e la mora anche in confettura sono invece protagonisti nell'Amarone Gr..l, accompagnati da una struttura più importante e setosa sul palato. La freschezza più che il tannino a sostenere il sorso per entrambi.


Amarone della Valpolicella Docg Classico Corte Manara 2018 - Manara
Il colore è piacevolmente trasparente e da subito i sentori di piccola frutta rossa di ribes e mirtillo si fondono con i toni speziati del pepe nero. Teso e fresco svela la sua voglia di staccare con il passato per trasportarci in un futuro di grandi aspettative.


Amarone della Valpolicella Docg Classico Tenuta Lena di Mezzo 2018 - Monte del Frà
Il bouquet, fine e ampio, è reso complesso dall’evidente frutta croccante di mora e marasca alla quale si accostano con il passare del tempo eleganti sfumature di rosa e spezia dolce.
L’ingresso in bocca è succoso e avvolgente con una netta accelerazione sapida e un tannino di buona fattura. Raffinato ed elegante ricorda un abito sartoriale.


Amarone della Valpolicella Docg Famiglia Pasqua 2018 - Pasqua Vigneti e Cantine
I profumi ci trasportano da subito in una confettura di ciliegie scure sapientemente accompagnata da spezie di pepe rosa e da una accattivante nota balsamica. Il sorso, succoso e teso, esprime una personalità decisa grazie ad un ottimo equilibrio tra struttura e piacevolezza. Un calice attuale che mantiene un buon legame con il passato.


Amarone della Valpolicella Docg 2018 - San Cassiano
Appena versato nel bicchiere emerge per intensità, i profumi ci riportano alla confettura di frutti rossi: lampone, amarena e marasca, impreziosite dalle note di grafite. L’ampio ingresso in bocca svela un vino elegante dove la confettura trova sostegno in un’adeguata tessitura tannica. Sapidità e freschezza ravvivano continuamente questo calice giovane e di grandi speranze.


Amarone della Valpolicella Docg Classico Riserva 2018 - Tenuta Santa Maria di Gaetano Bertani
Un rubino dal riflesso granato che si muove lento nel bicchiere. Teso all’olfatto, con sensazioni di erbe aromatiche, rosmarino, timo, bosso, menta, per poi distendersi su un frutto polposo ma di grande e promettente freschezza, con il ribes nero e la mora. Sulle papille è coerente per fresca verticalità, con il tannino ben presente a dare man forte e un bel ricordo di mora.


Amarone della Valpolicella Docg Classico Re Pazzo 2018 - Terre di Leone
Granato vivido dal riflesso aranciato. Austero con le spezie in prima linea, la vaniglia, il pepe bianco e l’anice stellato. Poi i fiori, la rosa appassita e la viola e solo sullo sfondo una ciliegia in confettura. Palato con la freschezza decisamente protagonista a sostenere un sorso di bella struttura, tannino gregario e un congedo morbido e tostato di cioccolato.


Amarone della Valpolicella Docg Classico 2018 - Vigneti di Ettore
Rubino abbastanza compatto. Foglie di tè, humus poi balsamicità mentolate e fiori di rosa che fanno emergere in profondità una sensazione fruttata scura, il ciliegio durone, il mirtillo. Sulle papille bella forza con uno stile che si fa notare. Emerge nel coro per la freschezza in acuto e un tannino ancora ribelle in chiusura. 


Un sentito ringraziamento ai colleghi del gruppo di servizio di Ais Verona per il supporto alle degustazioni che sono state svolte alla cieca da: Paolo Bortolazzi, Alberto Costa, Maria Grazia Melegari, Fabio Poli.

articoli correlati
Rhein Riesling
giovedì 23 maggio
I terroir tedeschi
I Terroir dello Chardonnay nella Champagne
giovedì 23 maggio
L’essenza del Blanc de Blancs
Erbaluce una pietra miliare
mercoledì 22 maggio
Taste Alto Piemonte Castello di Novara
Vin du Jura: la parte degli Angeli
venerdì 10 maggio