Assaggiato per voi
Dalla redazione
venerdì 7 luglio 2023

Un sogno ad alta quota

954 2021 - Veneto Solaris IGT - MONTE CIMO

Maria Grazia Melegari


“Siamo fatti della stessa sostanza dei sogni”. La celebre citazione shakespiriana bene si accorda al racconto di Serena Beghini e Francesco Chiamenti che sono coppia nella vita e insieme hanno realizzato il recente progetto di un’azienda vitivinicola a Spiazzi di Caprino.
Siamo a 900 m, sul Monte Cimo, un contrafforte dove la vista può spaziare dal Monte Baldo, al Lago di Garda, alla Valdadige. “Questo luogo”racconta Serena “è stato per noi il classico colpo di fulmine, dove abbiamo deciso di realizzare il nostro sogno: produrre in proprio il vino”. Francesco ha studiato enologia e compiuto esperienze in diverse aziende vitivinicole; Serena, invece, ha studiato economia e marketing e dopo aver fatto pratica in un'azienda del Lugana, ha seguito Francesco nella realizzazione del progetto. L’azienda nasce ufficialmente nel 2018, dopo un lavoro di ricerca e di rinnovamento dei vigneti, in parte già esistenti. “ Abbiamo ritenuto importante mantenere il più possibile la biodiversità e l’integrità di questa oasi naturale, quindi abbiamo optato principalmente per alcune varietà resistenti (Piwi)”. Solaris, muscaris, maris, rythos, kretos e johanniter compongono la quasi totalità dei circa dieci ettari vitati, con un saldo di piccole quantità di incrocio Manzoni e Traminer. I filari sono interamente protetti da reti antigrandine e circondati da dieci ettari di bosco in cui dimorano duecento castagni.
Sono tre, per ora, i vini prodotti per un totale di diecimila bottiglie: un Solaris in purezza e due blend, il primo con maris, rithos e kretos, incroci resistenti che vedono protagonista il sauvignon e il secondo con muscaris, incrocio Manzoni e traminer.
Il suolo di dolomia calcarea con tessitura franco-limosa, la luminosita solare con esposizione est-ovest e il clima mitigato dalla presenza del Lago di Garda con la costante
ventilazione concorrono alla notevole personalità e franchezza espressiva che contraddistingue tutti i vini. Dovendo sceglierne uno, puntiamo sul Solaris 954 - il numero ricorda la massima altitudine del vigneto - la cui elegante etichetta riporta il disegno del
Giglio di San Giovanni, presente nella zona e in particolare sul Monte Baldo.
Dopo la vendemmia manuale in cassette, le uve sono raffreddate e macerate a freddo in pressa. La fermentazione e la maturazione avvengono in acciaio. Un 20% della massa sosta in anfora per sei mesi. Giallo dorato chiaro con luminose sfumature verdi, trasmette una vibrazione fresca nel ventaglio odoroso che spazia dalla mela golden all’ananas maturo, all’origano e al pepe bianco. Di corpo pieno, è ben equilibrato dalla vivace acidità che rinfresca la trama gustativa e la persistente chiusura. Con lasagnette al burro di malga e tartufo della Lessinia o salmerino alle erbe aromatiche.


Prezzo 34 euro - 750 ml

Monte Cimo
Località Maso 19
37013 Caprino Veronese - VR
Tel. 340 1136355
[email protected]
www.monte-cimo.it/

articoli correlati
Merlot Revolution
sabato 1 giugno
Nero Basalto 2021 Transit Farm - Merlot Breganze DOC
TRA AGRICOLTURA E STORIA
venerdì 3 maggio
OLIO EVO SELEZIONE IL TORRESIN
Dal Monte Amiata al Monte Baldo
domenica 7 aprile
TRAMÌETÌ 2019 Dos dei Caporai - Bianco Verona IGT
LE TANTE “VITE” DI GIORGIO
venerdì 1 marzo
ANDER 2018 - Bardolino DOC, SOC. AGRICOLA FRUCTUS VINEA SAS DI GIORGIO PASQUA DI BISCEGLIE