Wine Experience
Dalla redazione
giovedì 26 settembre 2019

Trasformare il “terroir” in destinazione turistica

Il convegno di apertura del 53° Congresso Nazionale AIS

Redazione


Quali sono le prospettive future nell’enoturismo? Come si comunica oggi il vino in Italia e nel mondo? È possibile trasformare il “terroir” in destinazione turistica?
Sono questi i temi che saranno sviluppati nel convegno che, sabato 23 novembre a Verona, darà il via ufficiale al 53° Congresso Nazionale dell'Associazione Italiana Sommelier.

Tre giorni di dibattiti, tavole rotonde e sessioni di degustazione, dedicate agli operatori e agli appassionati, che quest’anno si concentreranno in particolare sull’enoturismo, tema oggetto di grande attenzione in questi ultimi mesi, da quando un nuovo decreto legislativo ha riacceso i riflettori su questo straordinario settore dell’economia del paese, tentando di fare un po’ di ordine.
Il convegno di AIS, oltre ai dirigenti nazionali dell’Associazione, ospiterà ricercatori, comunicatori del vino, giornalisti e docenti universitari, con l’obiettivo di accendere il dibattito tra protagonisti sui meccanismi e le potenzialità della relazione vino-territorio-turismo. La qualità dei servizi, le normative, la regolamentazione dei sistemi di promozione e formazione turistica, lo sviluppo delle neuroscienze cognitive, l’hotellerie internazionale, sono solo alcuni dei punti di partenza dai quali cogliere stimoli e nuove idee. Un'opportunità enorme che il sistema vino e il sistema turistico pare abbiano colto solo in parte fino ad oggi.

A complicare il tutto, al solito, l’atavica difficoltà del nostro Paese di investire seriamente nella formazione, che nel turismo sempre più richiede competenze interdisciplinari, grande capacità di interpretazione dei costumi e delle abitudini del turista e del degustatore, in un quadro di continua e rapida evoluzione. Trasformare il “terroir” in destinazione turistica è quindi un obiettivo ambizioso che richiederà impegno, pianificazione, professionalità e lungimiranza, coinvolgendo tutti i componenti del settore pubblico e privato, per arrivare ad allestire un’offerta turistica integrata, che trasformi un soggiorno in una vera esperienza. In questo, naturalmente, a fare la sua parte c’è anche AIS, dall’alto di una esperienza di più di 50 anni nel mondo della formazione e sempre in prima linea, da sempre a contatto con il consumatore finale e da sempre intimamente legata al racconto del territorio.

Tutto questo sul tavolo dei relatori del convegno, sabato 23 novembre alle ore 10:00 a Verona, presso il Teatro Filarmonico.

Per il programma completo degli interventi e per la registrazione obbligatoria, consultare la pagina: https://congressonazionale.aisitalia.it/

Eventi da non perdere
Congresso Nazionale AIS 2019
Congresso Nazionale AIS 2019
Per mano, per vino
articoli correlati
Il Piemonte incontra le cantine padovane
giovedì 29 febbraio
Alla scoperta del Bagnoli Friularo e del Fior d'Arancio
Amarone Opera Prima 2024, la degustazione
venerdì 23 febbraio
Provenza oltre il rosè
giovedì 22 febbraio
Esperienze di Vitae 2024
venerdì 16 febbraio
La premiazione delle eccellenze vinicole venete