Wine Experience
Dalla redazione
lunedì 11 ottobre 2021

Ômina Romana: una scommessa tedesca

L'azienda laziale sta rilanciando i vini di una terra dalle antiche tradizioni vitivinicole

Francesco Mancini


Una Masterclass per ricominciare. Anton Böner, imprenditore tedesco con la passione per il vino e per l’Italia, giovedì 21 ottobre presso il ristorante “Nogherazza” di Belluno, racconterà attraverso i suoi vini e i suoi aneddoti perché ha fondato nel 2007 Ômina Romana e, soprattutto, perché ha creduto fortemente che il terroir di Velletri, a 30 km da Roma, potesse dare vini di pregio, riconosciuti e apprezzati. 

Il nome scelto già la dice lunga: “Ômina” in latino significa presagi, buoni si spera, mentre “Romana” vuole sottolineare che a livello vitivinicolo questa zona alle porte della capitale vanta una tradizione millenaria: imperatori, nobili e papi nei secoli hanno apprezzato i vini di questo territorio, poi l’oblio, e ora si sta lavorando per tornare agli antichi fasti. 

La Masterclass ci permetterà di degustare otto vini per conoscere meglio un territorio che vuole essere rilanciato e riconosciuto come produttore di vini eleganti e di qualità al punto di non temere una leale concorrenza da parte delle vicine Toscana e Umbria, veri colossi dell’enologia italiana.

Sarà una scommessa vincente?

IN DEGUSTAZIONE:


Hermes Diactoros - 2019

Chardonnay - 2019

Chardonnay linea Arsmagna - 2015

Diana Nemorensis - 2017

Cesanese - 2015

Merlot - 2013

Cabernet Franc linea Arsmagna - 2015

 

 

 

articoli correlati
Al via la XIII^ edizione di Vino Vip Cortina
venerdì 1 luglio
Dopo un anno di stop forzato torna la kermesse più esclusiva del vino
Debutto positivo per il Garda Wine Stories
lunedì 27 giugno
I vini del Garda presentati con un evento ad hoc
Feel Venice 2022
domenica 26 giugno
L'evento annuale che celebra l'eccellenza enologica di Venezia
Sorsi d'autore 2022
mercoledì 15 giugno
Incontri culturali nelle Ville Venete con degustazione di vini