Wine Experience
Dalla redazione
martedì 2 agosto 2022

Sulle vie del Cortese

Le denominazioni Gavi e Custoza a confronto


Enrico Trentin

 

La giornata sul vitigno cortese che si è tenuta a Verona sabato 25 giugno, attraverso numerosi banchi di assaggio, ha dato l’opportunità di degustare oltre 80 etichette tra le denominazioni Gavi e Custoza, confrontando le due zone vitivinicole con interessanti sorprese da entrambe le parti, risultando di grande impatto per due territori dalle forti potenzialità e dalle svariate interpretazioni.

Entrambe le denominazioni cercano di esaltare i decisi sentori fruttati del Cortese, dotati di un’innata freschezza e un’avvolgente morbidezza, con la variabile del territorio che può mettere in risalto le caratteristiche di ogni singolo vino.

Assaggiando le varie sfumature di Gavi è stato naturale accorgersi delle differenze organolettiche tra i vini nati dalle argille rosse, caratterizzati per intensità e delicatezza al palato, e quelli dalle marne bianche con sfoggio di eleganza e freschezza.

Per i Custoza molto apprezzata la versione Superiore che regala finezza e spessore con un’impronta qualitativa di tutto rispetto.

Nelle interpretazioni più fresche si ritrova grande influenza del terreno morenico, che dona carattere e riesce ad esprimere unicità territoriale.

Il pomeriggio di Sulle vie del Cortese è stato dedicato alla scoperta del food con i Laboratori del gusto, guidati da esperti artigiani del cibo affiancati da colleghi sommelier per gli abbinamenti con i vini protagonisti della giornata.

Tra questi:

  • “Puntare al cielo, guardando dove si cammina”, tenuto dal presidente dell’Associazione Cuochi Veronesi, Mida Muzzolon, con ventennale esperienza nella ristorazione: un percorso nel mondo delle erbe spontanee con due finger food vegetariani e acque ottenute dalla distillazione delle piante.
  • “L’arte dell’alta salumeria naturale a Verona”, degustazione dei salumi iconici di Marco Pavoncelli: alta qualità data dall’allevamento di animali sani e dalle tecniche di produzione.
  • Un approfondimento sulla Rasara dei Berici, cultivar di oliva autoctona che regala oli sorprendentemente eleganti con l'Azienda Agricola Del Rèbene, che ha proposto in degustazione i suoi oli provenienti dagli oliveti più prestigiosi dei Colli Berici.

Sulle vie del Cortese è stata una manifestazione enogastronomica prestigiosa, con svariate opportunità di confronto di cortese in purezza rispetto ai blend. Una palestra per i palati, vista l’unicità del vitigno utilizzato solamente in questi due territori della nostra penisola. Calici eleganti, di tutto rispetto, con freschezze genuine da aperitivi e complessità variabili per degli ottimi abbinamenti.

Un focus che ha incuriosito tutti e nelle prossime settimane approfondiremo con voi alcune etichette degustate nelle tre masterclass tenute durante la giornata.

Di seguito il link dell’album fotografico della visita:

https://flic.kr/s/aHBqjzW5qx

articoli correlati
A contatto con il produttore: Monte Zovo
sabato 26 novembre
Valorizzazione del terroir e biodiversità
Rosso Bordò
mercoledì 23 novembre
Il taglio che lega Bordeaux al Veneto
Belluno incorona lo Champagne
giovedì 10 novembre
È stato un successo l'inedita Champions League delle Bollicine
Orchestra di metodo classico
martedì 8 novembre
Note d’autore e Campioni di Ais Veneto per raccontare le bollicine italiane