Wine Experience
Dalla redazione
martedì 2 agosto 2022

Sulle vie del Cortese

Le denominazioni Gavi e Custoza a confronto


Enrico Trentin

 

La giornata sul vitigno cortese che si è tenuta a Verona sabato 25 giugno, attraverso numerosi banchi di assaggio, ha dato l’opportunità di degustare oltre 80 etichette tra le denominazioni Gavi e Custoza, confrontando le due zone vitivinicole con interessanti sorprese da entrambe le parti, risultando di grande impatto per due territori dalle forti potenzialità e dalle svariate interpretazioni.

Entrambe le denominazioni cercano di esaltare i decisi sentori fruttati del Cortese, dotati di un’innata freschezza e un’avvolgente morbidezza, con la variabile del territorio che può mettere in risalto le caratteristiche di ogni singolo vino.

Assaggiando le varie sfumature di Gavi è stato naturale accorgersi delle differenze organolettiche tra i vini nati dalle argille rosse, caratterizzati per intensità e delicatezza al palato, e quelli dalle marne bianche con sfoggio di eleganza e freschezza.

Per i Custoza molto apprezzata la versione Superiore che regala finezza e spessore con un’impronta qualitativa di tutto rispetto.

Nelle interpretazioni più fresche si ritrova grande influenza del terreno morenico, che dona carattere e riesce ad esprimere unicità territoriale.

Il pomeriggio di Sulle vie del Cortese è stato dedicato alla scoperta del food con i Laboratori del gusto, guidati da esperti artigiani del cibo affiancati da colleghi sommelier per gli abbinamenti con i vini protagonisti della giornata.

Tra questi:

  • “Puntare al cielo, guardando dove si cammina”, tenuto dal presidente dell’Associazione Cuochi Veronesi, Mida Muzzolon, con ventennale esperienza nella ristorazione: un percorso nel mondo delle erbe spontanee con due finger food vegetariani e acque ottenute dalla distillazione delle piante.
  • “L’arte dell’alta salumeria naturale a Verona”, degustazione dei salumi iconici di Marco Pavoncelli: alta qualità data dall’allevamento di animali sani e dalle tecniche di produzione.
  • Un approfondimento sulla Rasara dei Berici, cultivar di oliva autoctona che regala oli sorprendentemente eleganti con l'Azienda Agricola Del Rèbene, che ha proposto in degustazione i suoi oli provenienti dagli oliveti più prestigiosi dei Colli Berici.

Sulle vie del Cortese è stata una manifestazione enogastronomica prestigiosa, con svariate opportunità di confronto di cortese in purezza rispetto ai blend. Una palestra per i palati, vista l’unicità del vitigno utilizzato solamente in questi due territori della nostra penisola. Calici eleganti, di tutto rispetto, con freschezze genuine da aperitivi e complessità variabili per degli ottimi abbinamenti.

Un focus che ha incuriosito tutti e nelle prossime settimane approfondiremo con voi alcune etichette degustate nelle tre masterclass tenute durante la giornata.

Di seguito il link dell’album fotografico della visita:

https://flic.kr/s/aHBqjzW5qx

articoli correlati
Il Piemonte incontra le cantine padovane
giovedì 29 febbraio
Alla scoperta del Bagnoli Friularo e del Fior d'Arancio
Amarone Opera Prima 2024, la degustazione
venerdì 23 febbraio
Provenza oltre il rosè
giovedì 22 febbraio
Esperienze di Vitae 2024
venerdì 16 febbraio
La premiazione delle eccellenze vinicole venete