Le aziende informano
Dalla redazione
lunedì 17 ottobre 2022

Monte Zovo

Quando i ghiacciai si incontrano


Andrea Soffiati

 

Un entusiasta Mattia Cottini, giovane titolare dell’azienda, ci accoglie per presentarci l’impresa di famiglia, fondata nel 1925 a Fumane dal bisnonno, che oggi spazia la propria produzione dalla Valpolicella nella tenuta di Tregnago, alla zona di Desenzano con il Lugana “Le Civaie”, passando per Caprino dove l’azienda ha sede e dove si concentra la produzione più variegata e sperimentale.

Qui possiamo trovare particolari condizioni pedoclimatiche favorite dalla vicinanza del Lago di Garda, dall’influenza delle montagne, dalla regolarità delle correnti d’aria mitigate dall’anfiteatro naturale di Rivoli e dalla conformazione del terreno di origine glaciale. Ci troviamo infatti nel crocevia dove un tempo si incontrarono i ghiacciai che formarono il Lago di Garda e la Valdadige, creando grazie al terreno morenico principalmente calcareo delle microzone con caratteristiche assolutamente uniche, che ritroviamo nelle connotazioni identitarie dei cru aziendali. Nei vigneti più a bassa quota, in località Bettinelle nella piana di Rivoli Veronese, il clima è quasi mediterraneo, e possiamo trovare il vigneto sperimentale coltivato a PIWI.

Nel livello intermedio, in località Monte Zovo a 450 m di altitudine, il vigneto Calinverno, che dà origine all’omonimo vino simbolo dell’azienda. Gode di condizioni particolarmente favorevoli grazie ai venti costanti che permettono l’appassimento in pianta delle uve fino a novembre, senza traccia di muffe.

Infine, tra i 700 e i 900 m di altitudine in località Spiazzi troviamo le produzioni di Pinot Nero e Sauvignon, sogno e sfida di Mattia di cui va particolarmente orgoglioso. Siamo in zona prealpina alle pendici del Monte Baldo e le nette escursioni termiche, mitigate dall’affaccio sul Garda che funge da specchio per i raggi solari, donano grande complessità aromatica alle uve.

Pinot Grigio Delle Venezie Doc Wohlgemuth 2020

Proviene dai vigneti vicini alla tenuta di Caprino, a circa 200 m di altitudine su terreni ghiaiosi con scheletro sabbioso, fermenta per il 50% in acciaio e per il rimanente 50% in barrique. Giallo paglierino con riflessi ramati, lucente e di buona consistenza. Rapisce al naso con delicate note tropicali di melone bianco, frutta secca, legni esotici, erbe essiccate e stuzzicanti accenni di pepe bianco e pietra focaia. Intenso e di buona persistenza al palato, mantiene la sua eleganza giocando sull’equilibrio tra morbidezza e sapidità.

 

Bardolino Chiaretto Doc Phasianus 2021

Vendemmia leggermente posticipata, macerazione di 12-15 ore sotto azoto e parziale fermentazione in barrique. Limpido e lucente, di tonalità rosa aragosta, si esprime con appaganti note olfattive di fragolina di bosco, crema all’amarena e zucchero filato. Persistente al sorso, mantiene in perfetto equilibrio morbidezze e sensazioni fresco/sapide. Sul finale note vegetali piacevolmente amaricanti.

 

Sauvignon Verona Igt Oltremonte 2020

Dal vigneto posto a 900 m a Spiazzi, raccolta manuale e trasporto in contenitori refrigerati fino alla cantina. Cristallino e molto luminoso si muove agile nel bicchiere. All’olfatto apre su note eleganti di frutta esotica matura, per poi virare su sensazioni vegetali di asparago bianco, salvia, ortica, mallo di noce e nespola. Piacevole e persistente sapidità al palato.


Lugana Doc Le Civaie Terralbe 2021

100% Turbiana, proveniente in gran parte dal vigneto “Le Civaie”. Vinificazione solo in acciaio. All’aspetto giallo paglierino, lucente e di buona consistenza. Elegantemente intenso al naso, finemente complesso con note di frutta a polpa bianca matura, agrumi, erbe aromatiche e pietra focaia. Scattante al palato, esprime la sua piacevolezza con una sapiente equilibrio tra morbidezza e verticalità. 

 

Lugana Doc Riserva Le Civaie Terralbe 2019

Un'accurata selezione delle uve del vigneto “Le Civaie” con parziale vinificazione in barrique. Giallo paglierino con luminosi riflessi dorati. Rapisce per intensità, finezza e complessità olfattiva: frutta esotica matura, mela renetta, limone candito, erbe aromatiche, pietra focaia. Sul finale note mentolate e di cipria. Piacevolmente sapido, avvolge il palato con intensità e persistenza. Affina in bottiglia per almeno 24 mesi. 

 

Pinot Nero Garda Doc Crocevento 2018

Limpido, rosso rubino intenso, si muove agile nel bicchiere. Intenso, complesso e fine, cattura con sottili e stuzzicanti note di piccoli frutti rossi, bacche di caffè, cioccolato, fiori in infusione, violetta, pepe di cajenna, rosmarino, rabarbaro ed eucalipto. Sul finale note ematiche di tartare. Piacevolissimo il sorso, giocato su note leggermente amaricanti al palato guidate da un tannino sottile e sostenute da una buona morbidezza. Vinificazione in acciaio, affinamento per 18 mesi in tonneaux. 

 

Rosso Veronese Igt Calinverno 2017

È il vino simbolo dell’azienda che nasce dal blend storico di corvina, rondinella, corvinone, cabernet sauvignon e croatina, coltivate tutte assieme nell’omonimo vigneto attiguo alla cantina. Vendemmia tardiva spinta fino a novembre che grazie ai venti e al microclima, porta l’uva a perdere il 30% del proprio volume. Rosso rubino intenso e decisamente consistente. Molto intenso, complesso e di grande finezza. Il corredo aromatico è importante: frutti rossi, mora di gelso, arancia sanguinella, spezie, fiori, liquirizia, carruba, corteccia e note di torrefazione. Il sorso è appagante, di lunga persistenza, decisamente equilibrato tra le note morbide e fresco/sapide. Affina in tonneaux e barrique per circa 24 mesi.

 

Amarone della Valpolicella Docg 2017

Nasce nella Valpolicella orientale dal vigneto Zovolo posto a 450m di altitudine. Vinificazione in barrique di rovere francese di primo passaggio per 24 mesi, poi in tini tronco-conici per 6 mesi. Limpido, di colore rosso rubino intenso tendente al granato, consistente. Ampio all’olfatto con sensazioni di caffè, cioccolato, frutta rossa sotto spirito, spezie, bacche di ginepro, radici ed eucalipto. Decisamente persistente al palato, gioca sul sapiente equilibrio tra le morbidezze, le note fresche e la sottile polverosità del tannino. 

articoli correlati
Pieropan
lunedì 14 novembre
La storia del Soave
Cantina Del Rèbene
giovedì 10 novembre
Racconto di una mattinata di mezzo autunno con il produttore
Visita alla cantina Vignalta
mercoledì 26 ottobre
Il Monte Gemola racconta i suoi vini
Rosso Bordò
lunedì 24 ottobre
Viaggio all’origine dei bordolesi veneti