Wine Experience
Dalla redazione
lunedì 17 ottobre 2022

A Longarone fiere l'Expo Dolomiti HoReCa


Elene Gris

 

Chi ben comincia è a metà dell’opera. La delegazione di Belluno, guidata dal neo delegato Ivan Del Puppo, ha cominciato un ottobre intenso, ma ricco di soddisfazioni. Prima la presentazione dell’iniziativa benefica Alba Vitae a Cortina d’Ampezzo il 7 ottobre; a ruota è stata impegnata tre giorni, dal 10 al 12 ottobre, in occasione dell’Expo Dolomiti HoReCa nella fiera per l’ospitalità e la ristorazione in montagna, con degustazioni guidate, approfondimenti e, non ultimo, il concorso per il miglior sommelier del Veneto. 

Ma andiamo con ordine: lo stand di AIS ha offerto al visitatore l'opportunità di avvicinarsi al mondo del vino nel modo più interattivo possibile, dando l’opportunità ai partecipanti di degustare ai banchi d’assaggio alcuni dei vini presenti nella guida Vinetia, di partecipare alle Masterclass di prestigio condotte dai relatori AIS e, dulcis in fundo, di poter assistere alla finale per l’assegnazione del titolo di miglior sommelier del Veneto. 

Nella prima giornata, la Masterclass diretta dalla sommelier Emanuela Pregnolato ha coinvolto i degustatori in un cammino sensoriale nella terra del Lessini Durello e tra i monti Berici, attraverso la degustazione di quattro vini prodotti dalla Cantina Dal Maso. Nel pomeriggio è stata la volta della finale del concorso "Il miglior sommelier del Veneto". I quattro finalisti si sono sfidati a colpi di eleganza, servizio, degustazione e descrizione delle caratteristiche del vino. A spuntarla è stato il rodigino Michele Manca, che alza la coppa a forma di tastevin.

Il giorno seguente è la volta del presidente di AIS Veneto Gianpaolo Breda che, con eleganza, ha guidato la degustazione conducendo i partecipanti in un viaggio immaginario tra i vigneti veneti, nella terra millenaria del vino, per poi arrivare ai vini bellunesi e lasciare la parola alla relatrice Angela Rech che, calice in mano, ha guidato una degustazione dei vini della Valbelluna.

L’ultima giornata è stata dedicata alla degustazione condotta da Lorena Ceolin, delegata di Venezia, e a un’interessante esplorazione nel mondo della viticoltura verticale e dei vitigni bellunesi.

<< Un inizio ottobre intenso e pieno di impegni ci ha visti protagonisti su diversi fronti – commenta il delegato Ivan Del Puppo – la fiera Expo Dolomiti e l’assegnazione del titolo di miglior sommelier del Veneto erano due appuntamenti importanti per noi e credo siano andati molto bene. Un grazie ai colleghi del Consiglio e a un impeccabile Gruppo Servizi. Un grazie speciale a Nicoletta (Ranzato ndr) che mi sta dando una grande mano nel passaggio di consegne della delegazione ed è sempre in prima linea >>.

articoli correlati
A contatto con il produttore: Monte Zovo
sabato 26 novembre
Valorizzazione del terroir e biodiversità
Rosso Bordò
mercoledì 23 novembre
Il taglio che lega Bordeaux al Veneto
Belluno incorona lo Champagne
giovedì 10 novembre
È stato un successo l'inedita Champions League delle Bollicine
Orchestra di metodo classico
martedì 8 novembre
Note d’autore e Campioni di Ais Veneto per raccontare le bollicine italiane