Wine Experience
Dalla redazione
giovedì 11 maggio 2023

Cadore diVino: la fiera mercato dei vignaioli indipendenti

Sabato 20 maggio Calalzo di Cadore ospiterà la 2^ edizione della manifestazione

Francesco Mancini


Il vino protagonista in Cadore: sabato 20 maggio, nella centralissima via Roma di Calalzo di Cadore, avrà luogo la seconda edizione di "Cadore diVino" dei Vignaioli Indipendenti

Dopo il successo dello scorso anno, quaranta cantine provenienti da cinque regioni italiane, presenteranno i loro vini

Sui banchi d'assaggio troveremo naturalmente i vini del Veneto, regione ospitante, e poi si potrà, calice alla mano, "viaggiare" tra le regioni confinanti del Friuli Venezia Giulia e dell'Emilia Romagna, per finire poi con il Piemonte e la Campania. 

Il filo conduttore saranno sicuramente la qualità e la territorialità, nonché la possibilità di confrontare i diversi modi e stili mediante i quali ogni vignaiolo indipendente cerca di esprimere ed esaltare al massimo il proprio territorio e il prodotto finale seguito per tutto il ciclo produttivo: dalla coltivazione delle uve, fino all'imbottigliamento, alla commercializzazione del prodotto finale stesso.

La manifestazione, organizzata dal titolare del wine bar La Bètola Oca Bianca di Calalzo di Cadore Giovanni De Bon e dalla moglie Giuliana, è il frutto della sinergia con la FIVI (Federazione italiana Vignaioli indipendenti), del patrocinio del Comune e della Pro Loco di Calalzo di Cadore e della Fiera mercato dei Vignaioli indipendenti. 

< Dopo il successo dello scorso anno ripetersi è sempre una scommessa - commenta Giovanni De Bon - ma ci crediamo fortemente. A Calalzo vorremmo diventasse una manifestazione annuale, perché credo sia importante avere una rassegna ragguardevole sul mondo del vino. Negli ultimi anni la cultura enologica è cresciuta esponenzialmente. Le persone bevono meno, ma bevono meglio. Anche la qualità dei vini italiani risente di questo positivo cambiamento culturale, ed è in fase di ascesa. Dal 2018 il wine bar che gestisco con mia moglie, l'Oca Bianca di Calalzo, è affiliato alla FIVI con oltre 160 etichette e 120 alla mescita>.

Il biglietto di ingresso avrà un costo di € 15.

I soci AIS, in regola con la quota associativa e muniti di tessera 2023, avranno l'ingresso riservato a € 12,00.

articoli correlati
Rhein Riesling
giovedì 23 maggio
I terroir tedeschi
I Terroir dello Chardonnay nella Champagne
giovedì 23 maggio
L’essenza del Blanc de Blancs
Erbaluce una pietra miliare
mercoledì 22 maggio
Taste Alto Piemonte Castello di Novara
Vin du Jura: la parte degli Angeli
venerdì 10 maggio