Assaggiato per voi
Dalla redazione
giovedì 1 febbraio 2024

Welcome to San Francisco

Frisco - La Villana

Davide Cocco


Frisco è il nomignolo con cui viene spesso chiamata in patria la città di San Francisco. Ma è anche il nome di questa birra prodotta dal birrificio La Villana.

Ovviamente non è un caso: tutto nasce dallo stile di produzione scelto dal birraio Marco Simonetto, che dal 2017 guida l’attività assieme alla moglie Ilaria Meneghetti, prima a Grantorto (PD), oggi a Vicenza. Ne ho già parlato nelle pagine di Vinetia Magazine con la Pablitter, la Bitter della casa dedicata a Paolo Rossi.

Ma torniamo alla Frisco, una birra strana, sbilenca, più nella realizzazione che nella bevuta. Lo stile è il poco diffuso California Common, nome adottato dopo che l’originale Steam Beer è stato registrato dal birrificio Anchor, capostipite della rivoluzione artigianale americana e oggi di proprietà della multinazionale Sapporo. Una birra che viene definita a fermentazione ibrida, perché, pur utilizzando lieviti a bassa fermentazione, viene brassata a temperature alte, verso il limite termico superiore dell’intervallo entro cui riescono a lavorare. Il suo nome originario non a caso deriva dalla parola inglese steam, cioè vapore, perché - in assenza di freddo - i birrifici facevano svolgere la fermentazione di queste birre in vasche larghe e basse, poste sui tetti degli edifici dove, al fresco della notte, liberavano grandi sbuffi di vapore.

La Frisco de La Villana è volutamente molto aderente allo stile, a partire dall’uso del classico luppolo europeo Northern Brewer, che apporta note di legno e di sottobosco. Nel bicchiere esprime un bellissimo colore ambrato e note di biscotto, caramello, pane, cui fanno da contraltare i già citati sentori tipici del luppolo.

Il sorso è agile, ma per nulla banale. La partenza è rotonda, con il malto tostato a dominare il palato, ma il percorso in bocca sfocia in un finale decisamente asciutto, dove tornano le note amare del luppolo che contribuiscono a lasciare una piacevole sensazione di pulizia ed eleganza.

Abbinamenti: pappardelle ai funghi, ma anche con un bel ragù di cinghiale. Da non sottovalutare con una grigliata.

Caratteristiche

Fermentazione: ibrida

Stile: California Common

Colore: Ambrato

Alcol: 5,6

Temp. di servizio: 8-10° C

 

Prezzo: 5,00 € - 33 cl

 

La Villana

Via Alessandro Massaria, 40

36100 - Vicenza (VI)

www.lavillana.it

[email protected]

articoli correlati
LE TANTE “VITE” DI GIORGIO
venerdì 1 marzo
ANDER 2018 - Bardolino DOC, SOC. AGRICOLA FRUCTUS VINEA SAS DI GIORGIO PASQUA DI BISCEGLIE
ACCENTO D’OLTRALPE
giovedì 4 gennaio
VALPOLICELLA CLASSICO SUPERIORE 2019 - Monte Castelon
Amaro Revival
venerdì 1 dicembre
Gran Amaro – Liquore d’erbe di Sutto Wine
G come Garganega
domenica 5 novembre
La nuova e singolare etichetta di Ca' Lunga dedicata alla garganega macerata