Dalla redazione
sabato 9 novembre 2019

Cantina Rocca Sveva

Enoturismo da vivere ed assaporare nel'est veronese

Redazione

Eccellenza, autenticità, territorio. Sono questi i valori su cui si fonda Rocca Sveva, un suggestivo borgo medievale trasformato in una cantina d’eccellenza. Qui nascono i vini Rocca Sveva e gli spumanti metodo classico, una ricercata selezione di vini della tradizione veronese.

Qui il visitatore percepisce subito che il valore dell’esperienza è centrale: chi desidera conoscere la storia, il vino e la filosofia può scegliere la propria Wine Experience tra quelle proposte, tutte disponibili su prenotazione in cinque lingue diverse (italiano, inglese, tedesco, francese e spagnolo). 

La cantina sorge nel cuore di un comprensorio vinicolo straordinario nell’area dell’est veronese, dove si originano DOC prestigiose e affermate in tutto il mondo. Per i vini Rocca Sveva la ricerca della qualità parte proprio da qui, dal terreno e dalla posizione: vengono utilizzate solo le migliori uve coltivate in vigneti selezionati di collina. Insieme alla supervisione continua da parte dello staff di agronomi ed enologi, la grande varietà che contraddistingue la morfologia del suolo fa la differenza per creare vini con personalità che esprimono il massimo in fatto di tipicità.  

Il rispetto per l’ambiente è da sempre parte integrande della filosofia aziendale, dal 2017 la cantina Rocca Sveva ha aderito al progetto V.I.V.A. – La Sostenibilità nella vitivinicoltura in Italia, promossa dal Ministero dell’Ambiente, al fine di ottimizzare le prestazioni per un maggiore risparmio energetico, per una vitivinicoltura che rispetti il più possibile l’ambiente e i suoi ecosistemi naturali.

Rocca Sveva non è solo un borgo antico, ricco di storia e custode di un sapere nobile, è anche un’emozione, quella che si prova visitando le cantine, tra enormi botti di rovere, lunghe file di barrique e di pupitre, dove i vini e gli spumanti riposano per lunghi anni. Con le sue suggestive cantine sotterranee, la villa antica, il rigoglioso parco botanico e il vigneto sperimentale, Rocca Sveva è un vero e proprio omaggio alla storia, alla tradizione e alla cultura del vino: un luogo da vivere.

Eventi da non perdere
Congresso Nazionale AIS 2019
Congresso Nazionale AIS 2019
Per mano, per vino
sfoglia la gallery dell'evento





Intervista a Bruno Trentin, Direttore Generale di Cantina di Soave.

 

Rocca Sveva si colloca in una posizione strategica, nel cuore dell'area produttiva del Soave e due passi dai grandi collegamenti, all'ombra di un magnifico castello. Quali sono gli elementi più attrattivi su cui avete costruito il vostro modello di accoglienza?

Soave, con il suo grande giardino vitato tutt’intorno, è un’importante meta turistica e qui a Rocca Sveva accogliamo ogni anno circa 50 mila visitatori provenienti da tutto il mondo che sono curiosi di vivere il territorio e assaporare il vino, proprio dove lo si produce, proprio là dove nasce. La Cantina Rocca Sveva è costituita da circa 1 km di gallerie sotterranee scavate proprio all’interno del Monte su cui sorge il Castello di Soave: è evidente che il fascino e la bellezza del luogo giochino un ruolo fondamentale, ma il grande valore della nostra hospitality è data in primis dalla qualità dei vini, che ci viene riconosciuta da tutti i maggiori concorsi enologici sia italiani che internazionali, e in secondo luogo dal concepire e far vivere il vino come un’esperienza e non come un prodotto. Tutte le nostre attività a Rocca Sveva si chiamano wine experience e lo sono a tutti gli effetti.

Cantina di Soave ha recentemente inaugurato la nuova area di produzione. Un investimento straordinario che apre oggi nuovi orizzonti. Eppure pochi sanno che qui si è investito ben prima, qualche anno fa, sulla struttura di accoglienza di Rocca Sveva quando poche aziende italiane erano preparate a ricevere l'enoturista. Qual è il bilancio di questa esperienza?

La Cantina Rocca Sveva sorge in uno dei borghi medievali più antichi di Soave. In questo luogo ricco di storia che versava in uno stato di degrado, Cantina di Soave, la più antica cooperativa di questo territorio, una ventina di anni fa ha voluto dare vita qui alla Cantina Rocca Sveva, dove produce i suoi vini d’eccellenza conosciuti ed apprezzati in tutto il mondo. Sicuramente una scelta lungimirante che si è dimostrata vincente perché l’enoturismo e l’accoglienza sono per noi oggi un efficacissimo strumento di comunicazione.

Da qualche tempo Rocca Sveva è anche teatro di una serie di incontri glamour che uniscono il vino alla cultura, alla moda, alla musica. Per tutta l'estate vi siete impegnati con una serie di proposte molto attraenti che hanno incontrato un grande successo, con un pubblico di affezionati che fa tappa fissa in questi vostri appuntamenti. Qual è l'idea vincente di questa esperienza e cosa avete in programma per il prossimo futuro?

Tra le wine experience di Rocca Sveva ci sono anche gli ormai celebri “Aperitivi del mercoledì” nel vigneto panoramico, un format arrivato alla settima edizione che è cresciuto nel tempo fino a diventare quello che è oggi: una rassegna di eventi, con partner importanti e artisti internazionali che richiamano varie centinaia di persone e finiscono ogni volta sold out in poche ore. È marketing esperienziale: migliaia di persone ogni stagione, grazie agli aperitivi, hanno l’opportunità di degustare i nostri vini immersi in un’atmosfera suggestiva e glamour e il piacere di vivere un’esperienza unica è il più efficace dei messaggi pubblicitari. Per il futuro abbiamo intenzione di continuare su questa strada, con eventi ed esperienze di alto livello, sia in casa che fuori casa, che facciano da specchio alla qualità dei nostri vini e fungano al contempo da cassa di risonanza.

articoli correlati