Eventi
Dalla redazione
domenica 23 febbraio 2020

Pantelleria, l’isola del Moscato

Alessia Paulon

Un'isola vulcanica sospesa tra la Sicilia e l'Africa, battuta dal vento e seccata dal sole, ma capace di vini straordinari. Quella di Bent el Riah, “la figlia del vento” come la chiamavano gli Arabi, è una natura ruvida e selvaggia. In un ambiente estremo, senza sorgenti d’acqua, che si deve accontentare della rugiada del mattino o di rare piogge, solo una pianta ostinata come la vite poteva sopravvivere. Gli aspri rilievi rocciosi dell’isola sono tagliati orizzontalmente dai muretti a secco che sostengono i terrazzamenti, frutto di una viticoltura eroica e faticosa. Un geometrico paesaggio vitato, creato nel corso dei millenni dai contadini panteschi, così ben integrato nel contesto ambientale da costituire un esempio di perfetta simbiosi tra uomo e natura.

L’uva zibibbo, il cui nome viene dall'arabo zabib (frutta appassita al sole), è presente da secoli sull’isola e viene coltivata ad alberello. La vite è piantata senza tutori e allevata come un minuscolo albero. Le piante sono messe a dimora in piccole conche che le riparano dal vento e consentono di raccogliere la rugiada della notte. Una forma di coltivazione trasmessa di generazione in generazione dai contadini panteschi che ha consentito la sopravvivenza della viticoltura in queste difficili condizioni. E' stata la prima tradizione rurale al mondo a essere riconosciuta Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco nel 2014.

Dalle migliori selezioni di uve Moscato di Alessandria o Zibibbo ecco questo eccellente vino dal colore dorato e dal profumo intenso, elegante e delicato.
Prodotto nelle tipologie Moscato di Pantelleria, Passito di Pantelleria e Pantelleria, quest'ultima denominazione comprende un'ampia gamma di tipologie: Moscato liquoroso, Moscato spumante, Moscato dorato, Passito liquoroso, Zibibbo dolce, Bianco, anche frizzante

sfoglia la gallery dell'evento





I migliori assaggi in otto bottiglie.

Protagonista assoluto è il Moscato di Alessandria che in ogni sorso è raccontato e degustato in abbinamenti sempre diversi e sorprendenti, dalle mandorle salate al pesce crudo, dai sigari al cioccolato, dal jazz alla meditazione.

 Donna Elisa 2018 Pantelleria DOP Bianco
Azienda Bonomo Emanuela

Emanuela Bonomo, una giovane viticoltrice che ha diversificato la produzione ed oltre al vino produce anche olio, capperi e conserve. Ecco il piacevolissimo Zibibbo secco Donna Elisa dai profumi di albicocca, pesca, lavanda e sale marino, dal sorso sapido, fresco e ben centrato tra frutto dolce e acidità. Sorprendente il finale fumé di caramello. E' eccezionale come aperitivo a base di pesce e crostacei.

 

Amanolibera 2018 Pantelleria DOP Bianco frizzante
Azienda Vinisola

Dalla tradizione contadina è nata l’idea di produrre un vino a fermentazione lenta, la cui leggera frizzantezza esaltasse la freschezza aromatica tipica del vitigno.
Si presenta con una buona acidità ed un profumo delicato di frutta bianca croccante. Addirittura salmastro, ricorda i capperi e le olive in salamoia. Il leggero perlage e il sapore delicato ne fanno un vino gradevole e persistente, da abbinare a tutto pasto, come aperitivo e in tutti i momenti di brio.

Shalai 2018 Pantelleria DOP Moscato Spumante Millesimato Demi-Sec
Azienda Vinisola

E' un vino spumante Demi-Sec ottenuto da uve 100% Zibibbo. "Shalai" è un'espressione dialettale siciliana che rappresenta la sensazione di intenso appagamento e profondo piacere, proprio ciò che regala questo spumante. E' ricco dei profumi del mare e del sole di Pantelleria, con tutta la fragranza dello Zibibbo: fiori mediterranei, pesca bianca, agrumi e salvia. Al palato è equilibrato e caldo; già al primo sorso riempie il cuore e i sensi di gioia profonda. Dolce aromatico, sapido con retrogusto pieno e persistente ed un gradevole finale di pan grigliato.

Moscato naturale di Pantelleria DOC 2017
Cantine Pellegrino


Cristallino, di un bel dorato con riflessi paglierini, ben consistente, sprigiona intensità di profumi varietali di moscato accompagnati da fiori bianchi, miele di acacia, albicocca, cedro candito e vaniglia. In bocca è dolce, caldo e piacevolmente morbido, di ottima freschezza e corpo.

Moscato Liquoroso di Pantelleria DOC 2018
Cantine Pellegrino

Un moscato di Pantelleria dal profumo intenso e fruttato, ideale in abbinamento ai dolci da forno e al cioccolato bianco. Fiori di zagara, biancospino e ginestra. Il gusto è dolce, di buona morbidezza, armonico e minerale.

Mueggen 2013 Passito di Pantelleria DOC
Azienda Murana Salvatore

Il Passito di Pantelleria Mueggen di Salvatore Murana esprime tutta la territorialità dell'isola: colore caramello ed eccezionale complessità. Aromi di uva sultanina, uniti alla freschezza dell’agrume candito, delle erbe aromatiche della macchia mediterranea, del finocchietto selvatico e della menta. E chiude con un finale leggermente amaricante di caramello e carruba.

 

Ben Ryé 2017 Passito di Pantelleria DOC
Cantine Donnafugata

Il Passito di Pantelleria Ben Ryé di Donnafugata non ha bisogno di molte presentazioni. E' ormai da anni tra i vini dolci italiani più premiati. L’annata 2017 si presenta con aromi maturi, profondi e complessi, con note di uva passa, frutta secca, albicocca disidratata, morbide spezie e miele d’agrumi.

 

A’mmare 2011 Pantelleria DOP Bianco Cru di Campobello
Azienda Vinisola

A’mmare nasce da una vigna di famiglia sita in località Campobello di Pantelleria; un piccolo appezzamento delimitato da muretti a circa 30 metri dal livello del mare. La vigna riceve dal mare quella poca rugiada, a volte salata, che le permette di sopravvivere. In queste condizioni l’uva matura molto precocemente, in alcune annate addirittura alla fine di Luglio.

Vinificato e lasciato in vasche di acciaio per alcuni anni. Il risultato è un vino di una potenza alcolica eccezionale, di fragranza aromatica, con una sapidità incomparabile. Il suo colore giallo carico ed il bouquet inconfondibile ne fanno un ottimo vino da compagnia.

articoli correlati
Conoscere i Colli Euganei: Abbazia di Praglia
lunedì 13 luglio
Tradizione e innovazione
San Leonardo: un grande bordolese in Vallagarina
mercoledì 26 febbraio
Una degustazione lunga vent'anni
Montalcino, viaggio al centro del terroir
lunedì 24 febbraio
Un solo comune, Montalcino, poco più di duemila ettari destinati alla DOCG ma mille diverse
Il cioccolato incontra il vino
venerdì 21 febbraio
Audaci abbinamenti